Un mondo alle spalle, un altro di fronte a me. 

Ed è arrivato il momento di lasciarsi alle spalle la porta chiusa di casa assieme a tante altre cose, caricarsi sulle spalle un bagaglio che sembra quello di uno partito per fare il giro del mondo e dirigersi a prendere il primo dei mille treni che verranno.
Tutto però sembra congiurare contro la ieraticità che il momento richiederebbe a cominciare dalla data. Il 1° Aprile. Anche la destinazione del giorno, Padova, non è esattamente la prima che viene in mente pensando a un grande viaggio. Trenitalia si unisce alla congiura, e così il mio treno parte non dalla solenne Stazione Centrale ma dalla grigia Milano Lambrate, resa ancor più grigia dalla giornata uggiosa.
Pagato il dazio all’incipit malinconico però si può voltare lo sguardo di fronte e guardare positivamente alla giornata che da nuvolosa che era sembra schiarirsi. Il report di giornata, ben più ricco, arriverà d’abitudine in serata ma in via eccezionale, questa volta un prologo era giustificato. Continuate a seguirmi.