Transiberiana: 10 cose che dovresti sapere – Parte I.

Sulla base della mia esperienza sulla leggendaria ferrovia Transiberiana, mi appresto a dirvi un po’ di informazioni di cui potreste avere bisogno prima di pianificare e poi viaggiare. Spero che i miei suggerimenti possa rendere la vostra esperienza più piacevole e la pianificazione più efficace. Partiamo con la prima parte. Dividerò i miei 10 suggerimenti in due diversi articoli di cui questo è il primo.

1 – Le mitiche “padrone di casa” a bordo

A young conductorSulla Transiberiana, in ogni carrozza ci sono due “conduttori” o forse sarebbe più corretto chiamarli assistenti.A cabin attendant on Trans-SibSono due per potersi dare il cambio nel loro lungo viaggio che può durare anche diversi giorni. Nella stragrande maggioranza dei casi questo è un ruolo riservato alle donne che sono assolutamente cruciali per il comfort dei passeggeri durante il viaggio. Dimenticatevi di parlare con loro in Inglese, anzi, quando capiranno che non sapete il Russo (se questo è il caso), saranno letteralmente terrorizzate. Queste signore sono incredibilmente efficienti e toste nella gestione di tutte le attività a loro carico che includono anche la fornitura delle lenzuola, del cibo, del tè. Trattatele bene e sarete premiati. Io devo ringraziare una di loro se sono stato in grado di recuperare all’ultimo minuto, il mio smartphone lasciato sul sedile.


2 – È una linea lunga e lenta

Se avete in mente treni ad altissima velocità correre per la Tundra Siberiana, scordatevelo. Il viaggio sulla Transiberiana non è solo molto lungo a causa delle enormi distanze ma anche perché i treni sono piuttosto lenti. Different Trans-Sib linesPer esempio, la velocità media nella tratta tra Omsk e Irkutsk (circa 2.500 km.) è di 60 km/h anche per via delle lunghe fermate nelle stazioni. I traffico dei passeggeri è importante ma forse ancora più importante su questa linea che unisce Asia ed Europa, è il traffico merci. Direi che per ogni 10 treni merci ce n’è uno che trasporta passeggeri. Non si tratta di una rilevazione scientifica ma rappresenta quello che ho visto dal mio finestrino. La lunghezza dell’intera linea è impressionante. A freight trainConsiderando la linea principale, da Mosca a Vladivostok, la lunghezza è di 9.258 chilometri. Questo è un altro punto interessante. C’è un percorso principale della Transiberiana che passa da Yaroslavl ma ci sono anche un paio di varianti. Una da Mosca passa attraverso Kazan. Un’altra invece tocca Nizhny Novgorod. L’altra principale variante in territorio Russo è la cosiddetta BAM (Baikal–Amur Mainline), l’itinerario che passa a nord del Lago Baikal. In ultimo vanno considerate le estensioni all’estero. C’è la Transmongolica che da Ulan-Ude va a Ulan-Bator e poi fino a Pechino e c’è poi la Transmanciuriana che pure arriva fino a Pechino ma senza attraversare la Mongolia.


3 – I simboli della Transiberiana

Comincio citando le tendine che corredano ogni singola finestra, di certo uno dei marchi di fabbrica della Transiberiana. The Trans-Sib tea cupIl giorno in cui decideranno di sostituire queste tendine di pizzo con qualcosa di più moderno segnerà la fine di un’epoca. Un secondo simbolo è indubbiamente il Samovar o The curtains in the restaurantforse sarebbe meglio chiamarlo scaldacqua, che si trova a una delle estremità di ogni vagone. C’è una foto nella galleria in basso. Funziona continuativamente fornendo acqua bollente che consente ai passeggeri di prepararsi tè, caffè ma anche zuppe istantanee molto popolari in seconda e terza classe. Se però volete un’esperienza esclusiva a un piccolo prezzo, chiedente alla conduttrice un tè. Vi sarà servito nella tipica tazza della Transiberiana con l’armatura di peltro a sostenere il bicchiere di vetro.


4 – Fuso orario a bordo

Un treno della Transiberiana è anche una sorta di capsula del tempo che vive in stato di extraterritorialità temporale. Questa è forse l’informazione più fondamentale da conoscere prima di partire. Tutti i treni su questa ferrovia seguono l’ora di Mosca (Moskovskoe vreme in Russo). Display in Yeakterinburg using Moscow TimeQuesto significa che partenza e arrivo indicate sul biglietto, sui tabelloni e sui siti internet vanno considerate di conseguenza. Tenete conto durante la pianificazione. Io, per evitare problemi ho tenuto l’orologio da polso bloccato sull’ora di Mosca per 15 giorni. Per quanto ne so c’è una sola eccezione alla regola: la “metskoe vreme”, letteralmente “l’ora del posto”, è in vigore nel ristorante. Per cui, toglietevi dalla testa di cenare alle due di notte con la scusa che a Mosca sono ancora le 21:00. Restando in tema, ho notato che c’è un effetto collaterale forse inevitabile dei diversi fusi orari attraversati. La gente che viaggia per diversi giorni senza pause diventa insonne e resta ben oltre mezzanotte a chiacchierare.


5 – Prima, seconda o terza classe?

I treni russi offrono diverse opzioni di posti sostanzialmente divisi in tre classi. La prima classe è ovviamente la più cara e prevede uno scompartimento con due letti “soffici”. Molto spesso è anche compresa una cena leggera. Third class coachNon comprende bevande alcoliche: acqua o succo di frutta. La seconda classe, spesso chiamata Kupè, dovrebbe costituire la migliore opzione da scegliere se non è un problema dormire in una stanza con fino a tre altre persone. First class compartmentIl tipo di letto viene definito “duro” ma io personalmente ho dormito meglio in questi che in quelli “soffici”. Il costo è generalmente un terzo o anche un quarto di quello di prima classe. E poi c’è la terza classe. Può essere piuttosto terribile con solo posti a sedere come quello che io ho preso per andare da Kazan a Ekaterinburg ma è un caso raro. Più spesso è un po’ meglio, comprendendo una cuccetta. In questo caso il vagone è organizzato in modo da avere fino a 54 letti disponibili: 9 blocchi composti da quattro letti da una parte e due, paralleli al corridoio, dall’altra. Per viaggi brevi è sicuramente accettabile. In caso di tratte più lunghe forse il problema più grosso è rappresentato dalla mancanza di porte ma va detto che i treni Russi sono in genere molto sicuri.


Spero che la prima parte di questo riepilogo sulla Transiberiana vi sia piaciuto. Potete trovare la seconda parte qui. Qui di seguito trovate un galleria fotografica per raccontare la vita a bordo e nei pressi della linea Transiberiana.